Incontriamo le menti di Sjerlok

Legentic ha due prodotti da offrire ai nostri clienti nella ricerca giornaliera per combattere il crimine finanziario: Mohawk e Sjerlok. Mentre Mohawk è solo una piattaforma, Sjerlok è una piattaforma e un servizio. Per capire meglio come funziona - e ancora più specificamente, la metodologia dietro di esso, abbiamo fatto una chiacchierata con l'"ideatore" Ron Vermeulen e il responsabile tecnico Andrei Candale.

Allora Ron, perché hai pensato a sviluppare Sjerlok? Da dove è nata l'idea?

– All'epoca, nel 2012, ero un lavoratore autonomo e gestivo la mia società di investigazioni digitali alla ricerca di oggetti rubati online, giornalmente sperimentavo due problemi principali che volevo risolvere:

  1. Era difficile raccogliere informazioni sufficienti a profilare gli oggetti rubati dei miei clienti, per la maggior parte compagnie assicurative e finanziarie

  2. Le ricerche richiedevano molto tempo: eseguire script, cercare su Google. E in ogni lavoro, dovevo ricominciare tutto da capo.

Doveva esserci un modo per farlo meglio, più velocemente, più facilmente, con una piattaforma di indagine automatizzata! Una soluzione del genere avrebbe contribuito in modo sostanziale alla riduzione dei sinistri nel settore finanziario. Così ho deciso di perseguire e ricercare la mia idea di start-up. “Armato” di un semplice schizzo su un pezzo di carta, ho convinto una compagnia di assicurazioni nei Paesi Bassi ad abbracciare il progetto. Alla fine abbiamo iniziato a sviluppare la piattaforma con un partner tecnologico.

Andrei, è qui che sei entrato, giusto?

- Corretto! All'epoca lavoravo in un'azienda chiamata Spyhce ed ero entusiasta quando Ron si avvicinò a noi. Abbiamo iniziato con una piccola applicazione, poi abbiamo sviluppato nuove funzionalità man mano che arrivavano più clienti e casi e abbiamo ridimensionato la piattaforma per integrare ancora più clienti. Sono davvero cresciuto con Sjerlok e ho imparato molto lungo il cammino

Qual è stata la sfida più grande del tuo viaggio?

– La parte più impegnativa è stata quella di mettere in piedi un team di persone appassionate e di talento che si preoccupassero davvero del prodotto e del servizio che offriamo ai nostri clienti. La nuova tecnologia è sempre entusiasmante per gli ingegneri, ma cerchiamo di evitare il clamore e ci appoggiamo piuttosto a soluzioni "provate e testate". Il nostro obiettivo è risolvere i problemi del mondo reale, con soluzioni che funzionano, afferma Andrei. – Il passo più importante è comprendere a fondo come si comportano gli esperti durante la ricerca manuale di oggetti rubati: imitarli performando la ricerca ad un livello che non è possibile per gli esseri umani, attraverso l'uso della tecnologia.

E come funziona effettivamente Sjerlok?

– I nostri clienti importano informazioni di base nella piattaforma Sjerlok, in modo da creare un profilo completo dell’oggetto scomparso. Un veicolo ha bisogno di circa 80 caratteristiche per essere davvero unico, mentre ad esempio, per un violino di cui esistono solo tre 3 esemplari al mondo si ha bisogno solo di 10 caratteristiche, questo solo per darti un'idea. Una volta creato il profilo, la piattaforma esegue ricerche attraverso marketplaces, forum e social media, continuamente e in 18 lingue contemporaneamente.

– La piattaforma fornisce informazioni fruibili in combinazione con l'analisi dei nostri esperti nel team Search & Match, afferma Ron. – La nostra sfida è trasformare le informazioni fruibili in risultati, con i nostri partner della comunità di servizi che si occupano della confisca e del recupero del bene rubato per il cliente.

Guardando avanti, a cosa state lavorando?

– Sviluppiamo costantemente nuove funzionalità, miglioriamo la tecnologia e aggiungiamo nuove fonti di dati. In questo momento stiamo lavorando su una rete più grande, con IoT, linguaggi naturali e riconoscimento delle immagini. Stiamo anche studiando il comportamento criminale e i modus operandi, esaminando una grande quantità di dati per identificare i modelli.

– Se non un passo avanti ai criminali, siamo almeno alle loro calcagna, conclude Ron.

Vuoi saperne di più su Sjerlok? Non esitare a contattare i nostri responsabili delle vendite o a richiedere una demo.